GiocoNews rilascia dati positivi per la prima metà del 2016

Bonus senza deposito:

Bonus di benvenuto:
100% fino a 10€

Bonus senza deposito:

Bonus di benvenuto:
50% fino a 35€

Bonus senza deposito:

Bonus di benvenuto:
100% fino a 20€

Bonus senza deposito:

Bonus di benvenuto:
100% fino a 20€

Bonus senza deposito:
2€

Bonus di benvenuto:
100% fino a 20€

Bonus senza deposito:

Bonus di benvenuto:
100% fino a 10€

Bonus senza deposito:

Bonus di benvenuto:
20% fino a 50€

Bonus senza deposito:

Bonus di benvenuto:
100% fino a 5€

Bonus senza deposito:

Bonus di benvenuto:
25% fino a 20€

La prima metà del 2016 si chiude con dati più che eccellenti per il mercato del gambling online.

I primi sei mesi di questo burrascoso 2016 si chiudono positivamente per le case da gioco online made in Italy: tutti i casinò recanti la dicitura .it hanno visto un incremento dei propri profitti rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente di quasi 36%, secondo i dati elaborati da GiocoNews.

L’ammontare totale dei soldi spesi in scommesse su siti di casinò online è di circa 208,8 milioni di euro, un totale dal quale sono già state sottratte le vincite.

Un numero mostruosamente elevato, che ben dimostra il rinnovato e sempre crescente interesse dei giocatori per l’azzardo digitale, in particolare per le slot machine, che dal loro inserimento nel panorama dei casinò non hanno mai smesso, neanche per un istante, di essere il gioco preferito dal pubblico italiano.

Ciò ha portato anche a un conseguente aumento delle promozioni dedicate a questa particolare categoria di gioco, determinando al contempo una crescita esponenziale nel numero di tipologie di slot proposte, sempre diverse e per le quali vengono solitamente proposti fun bonus promozionali che spingono ad altre scommesse, in un circolo vizioso che porta a spendere soldi su soldi, come abbiamo potuto notare dal numero esorbitante di euro spesi solo nel primo semestre si quest’anno.

Nel solo mese di giugno, inoltre, i soldi spesi in scommesse in casinò virtuali ammontano a ben 34 milioni di euro, il 37% in più rispetto al mese di giugno dell’anno precedente.

Per quanto riguarda le quote di mercato, esse risultano essere distribuite in maniera abbastanza frammentaria e disomogenea tra le varie case da gioco online. A farla da padrone troviamo Lottomatica, che detiene l’11% delle quote, da sempre comunque leader nel mercato dell’online gaming in quanto è anche tra i marchi più vecchi e dalla reputazione consolidata in Italia. Seguono Sisal col suo dignitoso 8,7%, incalzata da William Hill, unica casa da gioco non (ancora) storica in Italia, con un 6,9% delle quote di mercato.

Seguono altre case da gioco, in particolare PokerStars e Bwin, che per poco non raggiungono il podio. La battaglia per ottenere nuove e maggiori quote è ardua, e i marchi storici si sono ritrovati con alle calcagna nuovi e più spigliati avversari. La concorrenza, in questo caso, non può che giovare alla proposta dei siti, con la loro corsa all’aggiornamento e all’esperienza di gioco migliore, risultando in un vantaggio per il giocatore, che viene corteggiato da bonus che promettono mirabolanti vantaggi (ma mi raccomando, siate coscienziosi, non è tutt’oro quel che luccica) e promozioni esclusive che mirano a tenerlo stretto e fedele a un sito o all’altro.

Non resta che vedere come si chiuderà questo secondo semestre del 2016 per poter tirare le somme dei guadagni (o delle perdite) di quest’anno, nel frattempo, i segnali sono più che positivi.